Marche

Astragalo

Nome scientifico: Astragalo

Famiglia: Fabaceae
Parti utilizzate: Rizomi o fusti sotto terra

Descrizione e Habitat: L’Astragalo è una piccola pianta multistelo tipica di climi freddi , che cresce fino ai 30-60cm. Le foglie si sviluppano a coppie e corrono lungo lo stelo in 12-18 paia. Le piante in fioritura hanno fiori gialli che si sviluppano simili a grappoli lungo uno stelo. Le radici si presentano dure e fibrose, molto articolate e di colore fra il marron scuro ed il nero, il cui interno è giallognolo. Il gusto è particolarmente dolce.
E’ una pianta originaria della Mongolia e della Cina del nord, ma attualmente per ragioni erboristiche viene coltivato in tutto il mondo. Necessita di molto sole e di un terreno sabbioso.

Storia: La pianta è conosciuta da oltre 2000 anni nella tradizione cinese, dove veniva adoperata come tonico per aumentare la vitalità e la resistenza. Di recente è stata molto adoperata nei soggetti con cancro per stimolare le difese immunitarie.

Utilizzo: Il suo utilizzo viene descritto in un antico manoscritto di medicina cinese, dove viene descritto come un tonico pari al famosissimo Ginseng. Attualmente oltre questa funzione è stato dimostrato che l’astragalo aumenti la produzione di globuli bianchi nel sangue, e che quindi abbia un effetto tonico anche sul nostro sistema immunitario.
Può essere adoperato quindi durante le stagioni fredde o i cambi stagionali per contrastare i raffreddori e il tipo senso di debolezza di questi periodi.