Marche

Erisimo

Nome scientifico
Sisymbrium officinale


Famiglia
Brassicaceae

Origine
Pianta comune nei luoghi umidi

Sinonimi
Erba dei cantanti
Erisimo: parti utilizzate

La droga è costituita dalle sommità fiorite.
Costituenti chimici

Glucosolfocianosidi (gluconasturtoside);
Olio essenziale;
Iodio;
Ferro;
Mucillagini;
Polifenoli.
Erisimo In Erboristeria: Proprietà Dell'Erisimo

L'erisimo è una pianta utilizzata per le sue proprietà mucolitiche, espettoranti e trofiche per la mucosa dell'apparato respiratorio, in relazione al contenuto in glucosidi solforati; viene utilizzata anche come infuso per laringiti e tracheobronchiti.
L'erisimo è utile per alleviare le infiammazioni della gola, risolvere l'afonia e la raucedine associate a laringiti, faringiti e tracheiti, e placare le irritazioni delle prime vie aeree conseguenti a tosse, influenza e raffreddore.
Non esistono estratti di erisimo qualitativamente controllati e l'erba è risultata spesso oggetto di sofisticazioni.
Controindicazioni

Evitare l'uso di estratti a base di erisimo in caso di allergia alle Cruciferae (cross-reattività), oppure in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, lesioni cutanee ed allergie della pelle. Un'esagerata e prolungata assunzione alimentare è controindicata nei soggetti ipotiroidei.
Erisimo: interazioni farmacologiche

induttore enzimatico a livello del sistema microsomiale epatico;
può inibire l'effetto anticoagulante del warfarin per il contenuto di vitamina K;
aumenta il metabolismo di alcuni farmaci per l'attività di induzione enzimatica;
farmaci iodati: interferenza dell'erisimo con il metabolismo dello iodio a livello tiroideo per la presenza di isotiocianati.