Marche

Finocchio

Nome scientifico: Foeniculum vulgare

Famiglia: Apiaceae
Parti utilizzate: Semi

Descrizione e Habitat: Il finocchio è una pianta molto nota in campo erboristico, si tratta di una pianta erbacea che può arrivare ad un metro e mezzo di altezza. E’ formata da steli sottili le cui foglie sono pennate ed hanno una guaina alla base. I fiori gialli formano dei grappoli ad ombrello che successivamente vengono sostituiti da frutti grigio marroni. La radice si presenta affusolata a forma di carota. Ha un buon profumo che ricorda l’anice ed ha un bell’aspetto.
E’ una pianta orginale dell’Europa mediterranea, in particolare delle zone temperate, ma la si può trovare coltivata anche in Asia, India, Australia e Nord America.

Storia: Il finocchio è stato utilizzato dai Romani come pianta culinaria, ed Ippocrate qualche decennio prima la consigliava come rimedio naturale per stimolare il flusso materno. Sappiamo che la pianta veniva utilizzata in antichità per curare problemi mestruali, disturbi intestinali, flatulenza ed anche la tosse.
Pare che fosse anche un buon rimedio per perdere peso poiché attutiva i crampi dalla fame. Altri studi di botanica meno antichi confermano che se utilizzata in bevande poteva aiutare a dimagrire.

Utilizzo: Nella scienza moderna il finocchio viene adoperato in modo particolare per le donne che soffrono di disturbi mestruali, gonfiore intestinale e flatulenza, ed ancora contro il mal di stomaco. Lo si può trovare sotto forma di tisana, o estratto secco assieme ad altri ingredienti, come prodotto sgonfiante.