Marche

Genziana

Nome scientifico: Gentiana lutea

Famiglia: Gentianaceae
Parti utilizzate: Radice

Descrizione e Habitat: La Genziana è una pianta perenne originaria dell’Europa centrale dove cresce spontaneamente in alta montagna fino a 2500 metri di altitudine. In alcune zone è diventata una pianta protetta poiché la raccolta selvaggia ne ha messo a rischio la presenza.
Ha una struttura con uno spesso fittone centrale, e può raggiungere l’altezza di una persona adulta. Le foglie polpose crescono a coppie unite per la base da cui nascono fiori gialli a forma di stella.

Storia: I reperti archeologici testimoniano l’utilizzo di questa pianta fin dal periodo egizio, dove veniva utilizzata come ingrediente per alcune medicine, ed anche romani e greci la conoscevano bene. La sua radice è molto amara e da essa si preparava un tonico dalle proprietà digestive, adatto per stimolare i succhi gastrici e curare stomatiti.
Oltre che per i problemi di stomaco, ulcere e via dicendo la pianta veniva utilizzata per curare ferite alla pelle, per ridurre la febbre e stimolare la produzione di bile. Negli ultimi secoli si utilizzava come aperitivo per stimolare l’appetito, per favorire la digestione e curare diarrea, astenia e inoltre come rimedio per gotta, itero e problemi mestruali.

Utilizzo: Ai nostri giorni la pianta viene ancora utilizzata per stimolare l’appetito, e curare le problematiche relative ad una cattiva digestione o ai disturbi allo stomaco e intestino, nonché problemi del fegato.