Marche

Liquirizia

Nome scientifico: glycyrrhiza glabra

Famiglia: Fabaceae
Parti utilizzate: Rizoma

Descrizione e Habitat: La Liquirizia è un’erba che può crescere fino a quasi un metro d’altezza, ed ha una parte legnosa sotto terra, che risulta poi essere quella che tutti noi conosciamo come liquirizia. La parte esterna è caratterizzata da foglie allungate formate a coppie e spighe di fiori color viola.
Si sviluppa principalmente nelle regioni temperate e vieni coltivata in molte zone del globo. La sua origine è l’Europa orientale.

Storia: E’ stata largamente utilizzata nella medicina sia orientale che occidentale per il suo piacevole sapore ma anche per le sue proprietà curative. In Cina veniva utilizzata come ringiovanente e si pensava dasse energia e vitalità. Gli egizi la inserivano all’interno delle tombe dei faraoni, ed i romani la masticavano nel campo di battaglia, pensando che potesse allentare la tensione.
I testi antichi ci dicono che veniva adoperata per curare il mal di gola, problemi respiratori, ma anche disturbi allo stomaco e morsi velenosi. Nel corso dei secoli l’utilizzo per il mal di gola è sicuramente quello più diffuso, ma anche i problemi di stomaco.

Utilizzo: Nella medicina moderna la liquirizia come in passato viene suggerita per curare il mal di gola, asma, problemi ai bronchi e disturbi di stomaco, problemi ai reni e alla vescica. Ricerche scientifiche recenti hanno scoperto una serie di proprietà interessanti, come quello di avere la proprietà di proteggere il fegato da epatite e cirrosi, stimola le difese immunitarie, ed ha proprietà antinfiammatorie anche a livello cutaneo. Viene anche spesso consigliata per chi soffre di pressione bassa.