Marche

Noni

Nome scientifico: Morinda citrifolia

Famiglia: Rubaiceae
Parti utilizzate: Frutto, foglie, radici e corteccia

Descrizione e Habitat: Il Noni è una pianta sempreverde originaria dell’Asia, Asutralia ed alcune isole del Pacifico, ama il clima tropicale, ed è abbondantemente coltivata anche nel resto del mondo caratterizzate da un clima caldo e umido.
La pianta è caratterizzata da foglie molto grandi ovali e verde scuro lucide. Produce dei fiorellini bianchi piccoli che fioriscono in estate ed in autunno, che poi lasciano posto a frutti carnosi e bucherellati, ricordando vagamente le foglie del cactus. La loro buccia è sottile e produce un odore sgradevole che attira i pipistrelli.

Storia: In Polinesia e nelle altre isole del Pacifico questa pianta viene utilizzata da millenni come prima erba medicale, ma nell’ultimo decennio è stata scoperta anche dal resto del mondo. Le tribù polinesiane l’hanno utilizzata per tantissime patologie. Veniva usato esternamente per curare ferite, gonfiori, dolori ed infezioni, se assunto per via interna serviva per curare il diabete.

Utilizzo: Nella medicina naturale odierna il Noni trova impiego in diverse problematiche che vanno da dolori mestruali, ad artrite, problemi digestivi, stanchezza, ipertensione, ferite e diabete. Il succo ha un sapore molto sgradevole ed è per questo che non lo si trova molto facilmente in questa forma. Nelle isole del pacifico viene adoperato per combattere la tosse, problemi respiratori, dolore agli occhi ed ascessi. Diverse ricerche hanno fatto notare come il noni abbia proprietà immunostimolanti, antidolorifiche e anti cancro. E’ un frutto ricco di polisaccaridi, ed è stato dimostrato che ha buone proprietà anti cancro.