Marche

Ortica

Nome scientifico: Urtica dioica

Famiglia: Urticaceae
Parti utilizzate: Foglie e radici

Descrizione e Habitat: L’Ortica è una pianta perenne che può raggiungere il metro e mezzo di altezza. Ha steli robusti e le radici rampicanti, foglie seghettate a punta e fiori verdi. La pianta intera è ricoperta da una lanugine urticante.
E’ molto diffusa in tutto il mondo, ed è considerata una erbaccia piuttosto invasiva, si trova un po’ dappertutto, nei campi, nei fossati, lungo le strade e nei giardini. E’ originaria dell’Europa e dell’Asia occidentale, ma ormai è diffusa in tantissime zone temperate.

Storia: L’Ortica è una pianta dalla lunga storia erboristica, ed è molto famosa per provocare prurito sulla pelle al minimo tocco, perché la lanugine rilascia una sostanza urticante. Non tutti sanno che se la pianta viene a contatto con una zona già dolorante fa passare l’irritazione.
Al tempo dei romani i legionari erano soliti fustigarsi con questa pianta durante il freddo inverno per sentire caldo, pratica che poi si diffuse anche in campo medico, e veniva applicata su parti doloranti, reumatismi, sciatica e paralisi muscolare. Più tardi nel Medioevo veniva usata per curare anemia, aritmia, ulcere, ferite, emorragie. In tisana veniva data per migliorare la circolazione e per stimolare la produzione di latte nelle mamme.

Utilizzo: Nella medicina erboristica moderna l’Ortica si usa per prevenire e curare problemi dell’apparato urinario, per curare reumatismi. Gli estratti di ortica si prescrivono per gli uomini con problemi alla prostata, per curare l’anemia, disturbi allergici e ripulire il sangue dall’acido urico.