Marche

Patchouli

Nome scientifico: Pogostemon cablin

Famiglia: Lamiaceae
Parti utilizzate: Foglie e stelo

Descrizione e Habitat: Il Patchouli è una piccola pianta cespugliosa dall’odore molto caratteristico, può raggiungere quasi il metro di altezza , presenta delle foglie dentellate verde lucido. Alcune varietà di questa pianta hanno lo stelo ricoperto di lanugine ed altre sono completamente lisce, anche se quest’ultimo è una variante di inferiore qualità.
E’ una pianta originaria dell’India e delle zone tropicali dell’Asia, come Cina, Malaysia, ma la si può trovare anche in Brasile e coltivata nel resto del mondo.

Storia: Il Patchouli è una pianta esotica dal caratteristico profumo speziato, ed è presente mescolato ad altre essenze in tantissimi profumi. E’ da sempre usato come antidoto contro i morsi dei serpenti o degli insetti, ma veniva adoperato anche contro i crampi mestruali o contro il raffreddore ed il mal di testa.
La sua diffusione in Europa avvenne nell’800 quando le sete che venivano importate in Europa si impregnavano dell’odore caratteristico di questa pianta.

Utilizzo: Oggi il Patchouli viene utilizzato soprattutto in aromaterapia, per ridurre l’appetito, contro la costipazione e contro lo stress, e talvolta come afrodisiaco. Come già detto si presta bene ad essere mescolato ad altre profumazioni ed è un ingrediente diffusissimo in tantissimi profumi e cosmetici. Sembra che sia anche molto utili per problemi della pelle, come ulcere, eczema, acne, e dermatite.