Marche

Psillio

Nome scientifico: Plantago psyllium

Famiglia: Plantaginaceae
Parti utilizzate: Semi interi

Descrizione e Habitat: Lo Psillio è una piccola pianta erbacea con steli dritti lunghi 30 cm, che terminano con grappoli di fiori bianchi. I fiori danno successivamente luogo a piccoli semi, di colore scuro e lucido.
E’ una pianta che cresce generalmente nei terreni aridi e secchi, terreni sabbiosi e sempre esposti al sole. Per questa ragione la si può trovare nel nord Africa ed in Medio Oriente, fino ad arrivare all’India. Oggi si coltiva anche in altre zone del globo, con clima temperato caldo.

Storia: Sappiamo che lo Psillio è stato utilizzato da molti secoli nella medicina popolare, ed esistono reperti che suggeriscono che persino gli Aztechi utilizzavano alcune specie di psillio come alimento. E’ una pianta ricca di fibre e questa l’ha resa una fonte molto valida. Si poteva utilizzare come rimedio contro la costipazione e per regolare l’intestino, oppure come rimedio per la diarrea e per ridurre il colesterolo.
Recentemente la FDA (Food & Drug Administration) ha approvato l’utilizzo della pianta come rimedio per abbassare il colesterolo ed evitare il rischio di problemi cardiaci.

Utilizzo: Lo psillio ha diversi scopi d’utilizzo. La fibra se associata all’acqua ha il potere di aumentare il proprio volume di decine di volte, e questa la rende un integratore molto utilizzato da chi vuole perdere peso. La fibra si espande nello stomaco rendendo sazi e limitando l’assorbimento dei carboidrati. Si utilizza altrimenti come rimedio per chi soffre di intestino irritabile, colesterolo alto, obesità, problemi cardiaci e diabete.