Marche

Salvia

Nome scientifico: Salvia officinalis

Famiglia: Lamiaceae
Parti utilizzate: Foglie e fiori

Descrizione e Habitat: La Salvia è una pianta orginaria della costa Adriatica, e tutt’ora è il luogo in cui questa pianta è più diffusa. Viene anche coltivata in diverse parti del mondo per fini commerciali, come in Francia, Argentina e Germania, Canada e Stati Uniti.
E’ un piccolo arbusto sempreverde che resta molto basso, lo stelo assume una consistenza legnosa dopo il secondo anno di vita della pianta e le foglie che crescono a coppie sono ricoperte da lanuggine. E’ una pianta profumata, ed il suo odore ricorda quello del limone. Fiorisce con dei fiori blu, o bianchi che crescono in steli ricchi di germogli.

Storia: La salvia è stata utilizzata fin dai tempi degli Egizi come pianta aromatica e come rimedio naturale. Proprio da questi era considerata la pianta della fertilità. I Greci la usavano per guarire i morsi dei serpenti, arrestare emorragie o disinfettare le ferite, e ne preparavano degli infusi per il mal di gola.
E’ entrata anche a far parte della medicina tradizionale Ayurvedica come ingrediente di alcuni preparati che vengono usati per curare l’indigestione e mal di gola.

Utilizzo: Oggi la Salvia oltre che essere parte integrante della cucina mediterranea, è anche un ottimo rimedio naturale per una serie di patologie. Può essere prescritta per chi soffre di emorroidi, per chi ha l’epatite, per l’insonnia ed il deposito di liquidi a livello addominale. La tisana fa bene per il raffreddore le congestioni e la febbre. Gli integratori di salvia si utilizzano per migliorare il sistema immunitario, e come rimedio per le vampate.