Marche

Zenzero

Nome scientifico: Zingiber officinale

Famiglia: Zingiberaceae
Parti utilizzate: Rizomi

Descrizione e Habitat: Lo Zenzero è una piccola pianta alta poco più di un metro, caratterizzata da spessi rizomi tipicamente aromatici, nodosi e tuberosi da cui partono steli dritti con foglie lunghe a forma di lancia. Ha anche dei fiori bianchi striati di viola che crescono in spighe, ma sono sterili.
E’ originario del sud-est asiatico, e cresce nelle zone tropicali. Viene ampiamente coltivato in Cina, India, ed altre zone caratterizzate dallo stesso clima.

Storia: Sappiamo che l’utilizzo di questa radice ha avuto inizio oltre 4500 anni fa, apprezzato per il suo sapore piccante, ma soprattutto per gli effetti benefici sull’apparato digestivo. Nella medicina Cinese, ma anche in quella Greca e Romana, veniva usato per curare problemi allo stomaco, nausea, bruciori, ma era anche un rimedio per artrite, coliche e problemi cardiaci.
Veniva consumato per eliminare i parassiti intestinali al tempo dei romani, e più tardi durante il Medioevo veniva prescritto per promuovere la sudorazione, curare l’influenza, e migliorare la microcircolazione. Un toccasana per tutto il sistema digerente, trovava anche un particolare utilizzo con l’olio per massaggi, contro tensioni muscolari e reumatismi.

Utilizzo: Oggi lo zenzero è un prodotto molto utilizzato, fa parte della cucina orientale che tutti noi abbiamo almeno una volta assaggiato, ma è anche un ottimo rimedio naturale per i problemi digestivi, come indigestione, nausea, bruciore e pesantezza. E’ stato studiato avere un’azione antisettica e questo lo ha reso un impiego ottimo per infezioni dell’apparato gastro intestinale. Può essere assunto anche contro raffreddore, mal di gola e influenza.